Regione Quarnaro

Regione Quarnaro

Attraverso isole verdissime e profumatissime su per le montagne, tra i fiumi e i laghi del Gorski kotar

La regione Quarnaro (ma anche Quarnero) è suddivisa in otto “province” turistiche che offrono numerose e svariate possibilità di trascorrere attivamente una bella vacanza. Tutto ciò è reso possibile da terreni dalla configurazione orografica eterogenea e varie superfici per andare in bici su percorsi ciclabili segnalati e non, con una ricca offerta ristorativo – ricettiva, strutture per gite all’aria aperta e tanti altri servizi, oltre alla presenza di efficienti mezzi di trasporto pubblico come il treno (linea ferroviaria Zagreb – Karlovac – Delnice – Rijeka) e la nave, con linee marittime che collegano Rijeka (Fiume) alle isole del Quarnaro. La particolarità di questa regione, trait d’union tra la Croazia continentale e quella costiera, è la rete di spettacolari terreni e percorsi di montagna per tutti gli amanti della natura più selvaggia, delle salite più ripide, dei belvedere e delle pazze corse off road.

 

Incrociamo qui due interessantissime trasversali ciclabili: la Trasversale ciclabile Goranska (del Gorski kotar) e la Trasversale ciclabile Riječka (fiumana, ossia della città di Fiume). La prima tocca e collega un po’ tutte le attrazioni naturali, culturali e storiche del Gorski kotar. Conduce per le strade locali quasi prive di traffico automobilistico, tra le quali spiccano ben tre strade storiche, appartenenti al patrimonio storico – ingegneristico nato a cavallo dei secoli XVIII e XIX: le strade Karolina, Josefina e Lujzijana. La trasversale consiste di sette tappe da 28 a 43 chilometri al giorno, per un totale di 260 km. Insieme ad alcune strade di collegamento, forma una rete di 400 km, con 5 000 metri di salite ed altrettante discese. Quello che questa trasversale ciclabile offre agli amanti della natura e delle avventure in sella ad una MTB è lo straordinario piacere della guida in mezzo a una fittissima vegetazione, oltre alla possibilità di pianificare una vacanza cicloturistica di più giorni nel Gorski kotar.

 

La seconda trasversale ciclabile, quella Riječka, con i suoi 63 chilometri, tocca tutte le attrazioni e le cose d’interesse di ben otto città e comuni dell’anello urbano fiumano. I ciclisti più in forma possono provare a percorrerla in una sola giornata; ma per assaporarne appieno la bellezza, si consiglia di dedicarle qualche giorno, anche considerato che questa trasversale ciclabile ha più di 10 km di strade di collegamento che si possono combinare in vari modi. La suggestiva configurazione del terreno e dislivelli per nulla trascurabili, che vanno dal livello del mare alla sommità dei passi e delle vette montane, con incantevoli panorami che abbracciano Fiume (tra le capitali europee della cultura 2020) ed il suo golfo, fanno di questa trasversale ciclabile un’esperienza ricca e indimenticabile, un po’ diversa rispetto a ciò che si può vedere lungo la costa del Primorje (Litorale) croato.

TZO Baška

La regione Quarnaro ospita la più nota corsa a tappe per MTB della Croazia: la 4 islands MTB stage race che si svolge sulle isole di Krk (Veglia), Rab (Arbe), Cres (Cherso) e Lošinj (Lussino). Appuntamento fisso del mese di aprile, chiama a raccolta i ciclisti di MTB più appassionati, abili e in forma del panorama nazionale ed internazionale, visto il livello di difficoltà che propone. Questa competizione spicca per originalità e per gli incantevoli paesaggi che attraversa: basti pensare che ciascuna delle quattro isole ha una propria rete di ciclabili interessanti e suggestivi.

Sull’isola di Lussino lo scorso aprile s’è tenuta la UCI MTB Downhill World Cup 2018, una corsa in discesa riservata alle MTB il cui tracciato va dal monte di Sv. Ivan alla cittadina di Lussingrande (Veli Lošinj).

 

La regione in cui ci troviamo comprende anche due aree protette di natura incontaminata, ideali per vivere a contatto con la natura: il Parco nazionale Risnjak, a pochi chilometri da Delnice, e il Parco naturale Učka (Monte Maggiore), a ridosso d’Abbazia (Opatija). In entrambi i parchi è possibile noleggiare una MTB. Sui ripidi pendii dell’Učka, considerato il più incantevole belvedere sul Quarnaro e sulle sue isole, è possibile vivere momenti indimenticabili in sella a una bici. Magari elettrica, così sarà più facile percorrere le otto ciclabili segnalate, aventi ciascuna un diverso grado di difficoltà, per un totale di 180 km.

 

Come abbiamo già detto, la città di Fiume (Rijeka) è stata scelta tra le capitali della cultura d’Europa 2020. Uno dei più interessanti programmi culturali che la città propone è senz’altro l’Itinerario dei Frankopan, con tappe che toccano alcuni dei beni più preziosi dell’eredità storico-culturale di questa nobile famiglia croata. L’itinerario ciclabile tocca diciassette borghi medievali e tre complessi sacri che si succedono andando, attraverso Vinodol, dall’isola di Krk (Veglia) al Gorski kotar. Per approfondire la conoscenza della storia di questa famiglie e di queste terre, la cosa migliore da fare è partire dal Centro di accoglienza dei visitatori nel castello di Kraljevica.

 

E, una volta a Kraljevica, sarebbe un vero peccato non farsi una bella pedalata per i percorsi ciclabili della Riviera di Crikvenica (Cirquenizza), di Novi Vinodolski e del suo suggestivo entroterra, l’antico borgo di Vinodol. I cicloturisti potranno scegliere tra 300 km di ciclabili, alcune adatte anche ai ciclisti della domenica, altre più impegnative, vere e proprie sfide ed un piacere immenso per i ciclisti più in forma innamorati dei paesaggi montani.

 

Ma procediamo con ordine: innanzitutto dal percorso che più amate. Poi, con un occhio alla sicurezza, lasciatevi andare al piacere che vi circonda!