Arancini

Arancini

La scorza dell’arancia grattugiata si utilizza da secoli in cucina per l’aroma che conferisce alle pietanze in cui viene aggiunta ed è un ingrediente insostituibile nella preparazione di tanti dolci. Le scorzette dell’arancia, una volta cotte, asciugate, essiccate e zuccherate, possono anche essere mangiate da sole, a mo’ di frutta candita. E, in questo caso, in Croazia prendono il nome di arancini.

 

Per fare queste delizie ci vogliono arance nostrane dalla scorza non trattata, e più spessa è meglio è. Le arance vanno innanzitutto ben lavate e poi sbucciate. La scorza così ottenuta va tagliata a striscioline e messa a bagno nell’acqua per alcuni giorni, badando di cambiar l’acqua con regolarità. Dopodiché le scorze si scolano e si mettono a cuocere finché che non diventano morbide. Il bagno nell’acqua e la loro cottura sono procedimenti necessari per eliminare l’amarognolo naturale della scorza. Aggiungendo lo zucchero semolato e cuocendo a lungo fino a far evaporare tutto il liquido, si ottiene uno sciroppo denso e dolce che si abbina perfettamente alla lieve asprezza della scorza di quest’agrume. Quando le scorzette sono ammorbidite al punto giusto e ricoperte dello sciroppo di zucchero, vanno disposte su un foglio di carta da forno e rivoltate nello zucchero semolato. Dopo averle completamente ricoperte di zucchero, si lasciano asciugare per qualche giorno.

 

Gli arancini sono una dolce delizia tipica delle feste, quando i succosissimi frutti, dolci o amarognoli, delle arance giungono a piena maturazione. Gli alberi d’arancio stracolmi di frutti sono un’immagine frequente nei paesi affacciati al Mediterraneo, ciascuno dei quali ha la propria versione di questo delizioso candito. L’Italia non fa eccezione. In Croazia sono molto popolari e diffusi in Dalmazia, in particolare a Dubrovnik e dintorni, dove gli alberi d’arancio hanno sempre abbellito i giardini delle case e delle ville.

 

Gli arancini, come abbiamo detto, sono anche ottimi da sgranocchiare, come fossero dolci caramelle. Si abbinano, tuttavia, alla perfezione anche ai dessert a base di cioccolato, oppure possono essere tritati e aggiunti all’impasto per le basi delle torte. Con la moda dei cocktail, gli arancini vengono anche usati come decorazione commestibile di tanti ottimi drink alcolici e analcolici basati sul succo dell’arancia. Provenienti dalla tradizione, gli arancini sono presenti anche oggi sulla maggior parte delle tavole della Dalmazia; e chi volesse sperimentare, potrebbe applicare la stessa ricetta degli arancini alla scorza del mandarino, del limone oppure, perché no, del pompelmo.